Aree

Maria ponte fra Dio e l'uomo

festa dell'Immacolata 2017

 

Maria, un ponte tra Dio e l’umanità

 

Su Maria non si dirà mai abbastanza: quanto è stato scritto, narrato, riflettuto, cantato, dipinto, raffigurato, danzato, sceneggiato sulla Madre di Gesù, e quanto possiamo ancora scoprire e contemplare!

Qui fissiamo l’immagine semplice di Maria come “ponte” e con fede le diciamo: Ave, o ponte che porti gli uomini al cielo, come recita l’antico inno della liturgia bizantina dell’Akatistos.

 

Nell’ideografia cogliamo:

Maria come ponte – che unisce “Dio e l’umanità”

L’acqua che scende – segno della grazia del Signore che bagna e purifica l’umanità.

Tre raggi – che partono dalla parte destra, rappresentano l’amore trinitario che avvolge ogni cosa.

Cinque raggi – che partono da sinistra e figurano i cinque continenti.

La Parola di Dio – che cerca il nostro cuore per incarnarsi in noi, come ha trovato il cuore di Maria.

Le spighe – rappresentano il pane di vita, nostro cibo, che ci fa tutti fratelli in Cristo

 

Maria ravviva sempre la lampada della nostra fede per supplicare:

Oh Maria! …

La più cara di tutte le creature della terra …

Dal profondo del mio nulla io ti saluto.

Ave, ave, Maria, ave, fanciulla immacolata.

La più santa dei santi, la più gloriosa degli angeli.

Tu luce del firmamento, fonte di tutte le grazie,

soavissimo e spirituale paradiso di Dio.

Da quel Berico colle,

quale Madre, guarda benigna

questi tuoi figli, che sono figli Tuoi.

Sopra di essi allarga il lembo del tuo manto.

Accoglili, proteggili,

te ne prego per quel tuo cuore

che è tutto misericordia.

Non mi allontanerò da te, se non ci avrai benedetti tutti.

San Giovanni Antonio Farina (Santo Natale 1880)


 
 
Esci Home